INCOTERMS 2020

La Camera di Commercio Internazionale di Parigi ogni 10 anni revisiona i termini di resa della merce utilizzati nel commercio internazionale, ovvero gli Incoterms®. L’edizione 2020 è entrata in vigore dal 1° gennaio 2020.

Quali sono i principali cambiamenti della nuova edizione?

  • FCA e polizza di carico “on board”: possibilità di rilascio al venditore (espressamente autorizzato dal compratore) di una polizza di carico “on board” quando la presa in consegna è un punto interno al Paese di partenza e lontano dal porto, per consentire al venditore il controllo della merce fino alla sua caricazione in nave (il venditore ha la polizza di carico anche se non è shipper)
  • Diversi livelli di copertura assicurativa nei termini CIP e CIF: nella resa CIP la copertura assicurativa equivale alla copertura massima All Risks (clausolario “A” delle Institute Cargo Clauses), mentre nella resa CIF rimane quella minima (clausolario “C” delle Institute Cargo Clauses)
  • Il termine DPU sostituisce il DAP: la merce nel DAT (Delivered At Terminal) poteva arrivare in un terminal, mentre nel DPU (Delivered At place Unloaded) può essere consegnata ovunque (terminal compreso)
  • Trasporto con mezzi propri: è consentita l’organizzazione del trasporto con mezzi propri del venditore o dell’acquirente nei termini FCA (in acquisto) e DAP, DPU e DDP (in vendita)
  • Note esplicative più dettagliate, lista dei costi per ciascuna regola, sezioni apposite per le ripartizioni relative alla sicurezza nel trasporto e i costi necessari associati per ciascuna regola