INFO BREXIT Focus Vino – aggiornamento gennaio 2021

Alcune indicazioni utili per le aziende produttrici di vino che operano o desiderano operare con il Regno Unito dal 1° gennaio 2021.

E-AD

L’E-AD verrà emesso, come per tutte le esportazioni, fino alla dogana di uscita dall’Unione Europea.

CERTIFICATO VI-1

Il certificato  VI-1 non sarà richiesto per i vini importati dall’Unione Europea in Inghilterra, Scozia e Galles fino al 30 giugno 2021. Tale documento allorquando sarà obbligatorio dovrà essere completato dall’esportatore, vistato da una competente autorità del paese di esportazione ed in molti casi deve includere i risultati dei test di laboratorio. Sarà responsabilità degli europei fornire il certificato VI-1 quando esportano vino in UK, terminato il periodo di grazia il 30 giugno 2021, a meno che non entrino in vigore disposizioni diverse. 

ETICHETTATURA

Si può continuare ad usare il nome e l’indirizzo di un importatore o imbottigliatore situato in Unione Europea, Gran Bretagna o Irlanda del Nord sulle etichette delle bottiglie immesse sul mercato sino al 30 settembre 2022. Dal 1° ottobre  2022, invece, il vino commercializzato in Gran Bretagna dovrà riportare in etichetta il nome e l’indirizzo di un importatore o imbottigliatore situato in UK. 

Secondo la WSTA – The Wine and Spirit Trade Association – le informazioni in etichetta, possono continuare ad essere espresse in una qualsiasi delle lingue ufficiali dell’UE. Se si volessero riportare informazioni in lingua, per il Regno Unito è sufficiente l’inglese e non lingue locali come il gallese.
L’informazione che deve obbligatoriamente essere tradotta in lingua inglese è la dichiarazione sugli allergeni, incluso il termine “contiene” – es. “contains sulphites”. Il pittogramma che vieta alle donne in gravidanza di bere alcolici è al momento facoltativo per i vini introdotti in UK. Inoltre, non è obbligatorio aggiungere ulteriori avvertenze speciali, è possibile farlo su base volontaria. La misura del contenuto in bottiglia può essere espressa in: l, cl o ml.

(Fonte: ICE Londra)